fbpx

SCHEDA LAVORI

Tipologia Lavorazione :                 Manutenzione specialistica impianto centralizzato per il condizionamento raffreddato ad acqua di torre

Luogo installazione :                      Residenziale

Tipologia materiali :                       TORRE EVAPORATIVA

Elenco materiali presenti :           MITA o similare

Negli impianti centralizzati dotati di impianto di raffrescamento estivo è buona norma prevedere prima dell’utilizzo e dell’inversione inverno / estate (indicativamente verso il mese di maggio) la manutenzione integrale del sistema, in questo articolo vogliamo illustrare come effettuare l’intervento su un impianto di condizionamento estivo raffreddato ad acqua di torre a circuito aperto.

Per prima cosa occorre verificare lo stato di conservazione sia interno che esterno del gruppo, dei pacchi di scambio, dei separatori di gocce, dei ventilatori, del galleggiante ecc.

Essendo un macchinario esposto agli agenti atmosferici e quindi ubicato in zone aperte una verifica visiva dell’involucro esterno è consigliabile, a seconda del tipo di torre evaporativa e delle sue dimensioni nonché del concetto costruttivo la stessa sarà predisposta con un accesso più o meno agevole alla sua parte interna.

Prestare massima attenzione che il flusso di entrambi i fluidi corrispondano a quelli di progettazione, la distribuzione dell’acqua del circuito secondario sia corretta e che le diverse tubazioni del sistema di circolazione siano pulite e non intasate. E’ essenziale mantenere puliti il pacco di scambio le griglie e i separatori di gocce, altrimenti le prestazioni dell’unità andranno a ridursi. Si consiglia di controllare visivamente la batteria in maniera periodica.

E’ consigliabile definire un programma di trattamento dell’acqua appositamente progettato per le incrostazioni, la corrosione e il trattamento biocida dell’acqua in circolo che devono essere impostati quando l’impianto di raffreddamento viene avviato per la prima volta e poi costantemente mantenuti.

Le principali manutenzioni da eseguire sulla torre evaporativa sono le seguenti  e le stesse devono essere effettuate sulla base delle istruzioni e dei libretti rilasciati dal costruttore o dal fornitore:

  • Pulizia del filtro e verifica della presenza di eventuali sedimenti;
  • Pulizia della vasca, ricordiamo che alla fine della stagione estiva la stessa deve essere vuotata completamente;
  • Verificare che il livello dell’acqua all’interno della vasca sia consona alle disposizioni rilasciate dalla casa costruttrice e dal piano di manutenzione, controllare il funzionamento della valvola a galleggiante e eventualmente procedere alla sua sostituzione prima dell’avviamento;
  • Verificare lo stato del pacco di scambio evitando che venga a crearsi un principio di incrostazione e otturazione degli alveoli, è fondamentale la qualità dell’acqua che viene utilizzata;
  • Verificare il funzionamento del sistema di ventilazione prestando attenzione all’usura dei cuscinetti e nel caso sia possibile procedere al loro ingrassaggio, accertarsi dell’integrità delle pale.

Per una corretta manutenzione della torre di raffreddamento è consigliabile eseguire gli interventi almeno due volte all’anno, pulire la vasca onde evitare che il troppo pieno, filtri ecc possano intasarsi.

Il sistema di distribuzione dell’acqua dovrebbe essere privo di sporcizia e di detriti. E’ necessario che gli ugelli spruzzatori, i canali, ecc. siano in buone condizioni e puliti. In caso di sporcamento, pulire il sistema di distribuzione  dell’acqua seguendo le istruzioni del costruttore. Sostituire gli ugelli danneggiati o mancanti, così come gli ugelli che non possono più essere puliti. I separatori di gocce devono essere privi di detriti e di qualsiasi corpo estraneo. Rimuovere ogni sporcizia o ostruzione. I separatori danneggiati o inefficaci devono essere sostituiti. Assicurarsi che i separatori siano ben accostati l’uno all’altro e che non ci siano degli spazi, seguendo le istruzioni del costruttore.

Nel caso in qui il pacco evaporante si presenti inutilizzabile è consigliabile procedere alla sostituzione dello stesso con uno nuovo rivolgendosi al costruttore per avere maggiori dettagli tecnici economici, questa attività richiede una buona preparazione tecnica.

Una volta approvvigionato i pezzi di ricambio è opportuno accertarsi di come accedere alla parte interna del macchinario, molte torri richiedono lo smontaggio del ventilatore, assicurarsi attraverso il costruttore delle operazioni da eseguire prima di preventivarne la sostituzione.

Lo smontaggio del ventilatore sia per la parte meccanica che quella elettrica richiede l’utilizzo di una struttura per sorreggerlo e posizionarlo alla quota di lavoro, tutte le attività devono essere eseguite rispettando le norme di sicurezza.

Una volta smontato il ventilatore sarà possibile accedere al pacco di scambio che potrebbe presentarsi in una forma compatta difficilmente rimovibile senza un’opportuna demolizione da eseguire a mano, questa operazione potrebbe richiedere diverse ore sia per asportare il vecchio pacco sia per il suo trasporto ai piani di carico, in fase di preventivo valutare attentamente queste operazioni.

Anche il suo trasporto e smaltimento richiede un’attenzione particolare.

La seconda fase corrisponde alla pulizia della vasca e alla rimozione degli ultimi detriti attraverso l’utilizzo di prodotti idonei.

L’ultima operazione coincide con la posa dei nuovi pacchi evaporanti, il rimontaggio del ventilatore precedentemente scollegato e accantonato, la messa in servizio dell’intero macchinario e la verifica della distribuzione dell’acqua.

Il frigorista verificherà le temperature di lavoro del gruppo frigo e dell’intero sistema sia prima che durante l’esercizio estivo dell’impianto.

L’esperienza del manutentore:

In fase preventiva non sottovalutare l’aspetto tecnico e economico richiesto per svolgere l’attività sopra descritta, confrontarsi con l’azienda che produce la torre evaporativa e eventualmente farsi rilasciare dei disegni costruttivi della stessa per verificare il posizionamento dei pacchi evaporanti e stabilirne l’accesso.

Eseguire un sopralluogo per accertarsi della posizione della torre, delle dimensioni per poter prevedere la struttura che servirà per la rimozione dell’eventuale ventilatore e altri componenti del sistema.

Tutte le operazioni devono essere eseguite rispettando le norme di sicurezza, identificare il posizionamento della torre servirà a prevedere tutta l’attrezzatura necessaria alle operazioni di manutenzione ordinaria e straordinaria.

L’attività di smaltimento dei vecchi pacchi evaporanti non va sottovalutata poiché oltre a richiedere la manodopera necessaria a trasportare il materiale di risulta dal piano di lavoro a quello di carico (immaginiamo di movimentare il materiale da smaltire da un lastrico solare posto al piano più alto di un edificio al piano terra) dovrà essere ritirato da un centro di raccolta autorizzato, per la produzione e il rilascio della documentazione comprovante lo smaltimento si dovrà far riferimento alle norme e disposizioni specifiche.

Durante la redazione del preventivo è opportuno considerare tutti questi aspetti tecnici poiché la voce della manodopera potrebbe incidere in maniera considerevole sull’attività.

Verificare l’efficienza e il funzionamento dell’intero sistema, torre evaporativa, gruppo frigorifero, distribuzione e unità terminali una volta completata la messa in servizio dell’impianto, eseguire un passaggio mensile per monitorare l’andamento degli apparati o secondo quanto richiesto dai manuali rilasciati dai costruttori.